• PsicoLaboratori

Come affrontare la paura?

La paura è un’emozione fisiologica, si tratta di una sensazione negativa che indica la presenza di un pericolo che richiede attenzione, perciò è necessaria alla sopravvivenza.

L’istinto animale porta a mettere in atto tre tipi di comportamento di fronte alla paura:

1- freeze = bloccarsi, 2 - fight = combattere, 3 - fly = scappare.



L’essere umano, dotato di corteccia cerebrale, quella che ci permette di parlare e pensare, mantiene una certa quota di comportamento istintivo, ma i suoi “nuovi” bisogni (sempre derivanti dai primordiali “sopravvivere” e “riprodursi”) lo portano a distrarsi dalla pura e semplice funzione della paura, necessitando di strategie nuove e complesse, al pari delle “nuove” paure che deve affrontare.

Ognuno impara ad avere a che fare con questa emozione in modo diverso, in base alle caratteristiche dell’oggetto di paura, alle passate esperienze di incontro con esso e alle proprie necessità.


Talvolta, purtroppo, questa strategia serve solamente a diminuire l’intensità dell’emozione, spogliandola della sua funzione originaria, con l’unico effetto di sentirsi al sicuro, lontano dalla sensazione spiacevole, pur dovendo abbandonare la strada verso un grande desiderio o un progetto importante.

Frutto di questo meccanismo è l’EVITAMENTO, una strategia dedicata a negare l’incontro con l’oggetto fonte di timore. Sembrerebbe un’ottima idea per sentirsi al sicuro, ma purtroppo non è così utile, dal momento che risulta in grado di eliminare anche le risorse utili a superare la paura, con la quale, inevitabilmente, prima o poi si avrà a che fare.

È così che l’evitamento, più che proteggere dalla paura, rischia di portare all’isolamento da tutti quegli stimoli che, man a mano, sentiremo di non poter più affrontare in sicurezza.


Quindi, per non indebolire le proprie risorse e interrompere un percorso che potrebbe portare a sperimentare il panico, è opportuno attrezzarsi con alcune semplici armi del pensiero.

⚠️ Come si fa❓

Può sembrare difficile, ma abbiamo già tutte le risposte che ci servono... basta osservare!

1️⃣ Individuare i propri punti deboli, forse sono proprio quelli che ci fanno sentire in pericolo di fronte a quell’oggetto di grande paura! 2️⃣ Individuare le proprie risorse: i nostri punti di forza! 3️⃣ Osservare l’oggetto di paura e comprenderne le caratteristiche. 4️⃣ Richiamare alla memoria le esperienze passate positive di fronte a una paura simile (seppur comunque diversa) 5️⃣ Immaginare se stessi nel tentativo di affrontare quella paura e... vincere! 6️⃣ Fare un tentativo!


Sembra difficile? Può darsi, ma non lo scoprirai, finchè non ci avrai provato!

Copyright 2014 Associazione PsicoLaboratori. CF 97757210154 Sede legale: via P. Maroncelli, 15 - 20154 Milano | Tutti i diritti riservati

  • Facebook PsicoLaboratori
  • Instagram psicolaboratori
  • Twitter PsicoLaboratori