• PsicoLaboratori

Se tuo figlio dice... ho fatto un BRUTTO SOGNO!

Può capitare che il tuo piccolo si svegli nel cuore della notte con pianti, disperazione e grida in preda ad un brutto sogno.

❓ Perché i bambini hanno gli incubi? L’incubo, proprio come il sogno, è una modalità di rappresentazione ed elaborazione di desideri, paure, frustrazioni. Durante la giornata, il lavoro di un bambino che cresce è molto faticoso e spesso vive un gran numero di conflitti, che vengono poi elaborati inconsciamente durante la notte attraverso gli incubi. Ma può anche semplicemente rivelare uno stato di eccitazione per le conquiste del giorno appena trascorso.  

❓ A che età iniziano gli incubi? Gli incubi sono maggiormente presenti nei bambini tra 1 e 8 anni e si verificano a tarda notte durante la fase REM del sonno. Se il bimbo è più grande dei 4/5 anni, può ricordare perfettamente le immagini angoscianti che lo hanno terrorizzato, è in grado di raccontarle e sa benissimo che si tratta di un incubo, dunque riesce anche ad elaborarlo psicologicamente come qualcosa che appartiene al suo mondo interno, ma ha paura che quelle stesse immagini tornino a tormentarlo. Il bambino fino a 4 anni invece, può faticare a distinguere i sogni dalla realtà e quindi può richiedere la tua presenza durante la fase di addormentamento.

❓ Cosa può fare un adulto?

💡 Non farti vedere angosciato o preoccupato: rischi di dare un volto ai suoi brutti sogni. Cerca di rassicurarlo con la tua voce e la tua presenza.

💡 Non arrabbiarti con lui, l’incubo non è un capriccio!

💡 Non sottovalutare o svilire le sue paure, ma ascolta il tuo bambino, cerca di comprenderlo e prova a rassicurarlo fornendo un significato a ciò che ha appena vissuto.

💡 Trasmetti al bambino un pensiero sereno prima di andare a dormire, puoi aiutarti con un gioco o una fiaba.

💡 Se è necessario, e soprattutto se il bimbo ha meno di 4 anni, resta con lui fino a che non si è completamente rassicurato ed è pronto per riaddormentarsi.


"I genitori sono i guardiani del sonno dei loro figli" - Dilys Daws


Vi piacerebbe essere più informati su come favorire il benessere del vostro bambino? Continuate a seguirci, a ottobre stiamo organizzando un incontro gratuito per dare ai genitori tutti gli strumenti psicologici utili a comprendere la connessione emotiva di mente e corpo del proprio figlio. Per provare ad aiutarlo anche quando sembra difficile!


FONTE: ospedalebambinigesu.it

Copyright 2014 Associazione PsicoLaboratori. CF 97757210154 Sede legale: via P. Maroncelli, 15 - 20154 Milano | Tutti i diritti riservati

  • Facebook PsicoLaboratori
  • Instagram psicolaboratori
  • Twitter PsicoLaboratori